28. Quali sono le prescrizioni per i Comuni che dispongono di spiagge libere?

Il nostro Comune ha diversi tratti di spiaggia libera. Ci chiediamo se l’ente è tenuto ad attivare le prenotazioni per l’accesso e se volendolo fare ciò comporterebbe un trattamento di dati personali


Le prescrizioni relative all’accesso presso gli stabilimenti balneari sono contenute nelle “linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive” (che allego in fondo alla pagina), predisposte dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome lo scorso 16 maggio 2020.

A pagina 5 del documento, all’interno della voce “attività turistiche (stabilimenti balneari e spiagge) che si applica “agli stabilimenti balneari, alle spiagge attrezzate e alle spiagge libere“, al punto 3 è prescritto di “privilegiare l’accesso agli stabilimenti tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenza, per un periodo. di 14 giorni“.

In un successivo punto, inoltre, è precisato che “Per quanto riguarda le spiagge libere, si ribadisce l’importanza dell’informazione e della responsabilizzazione individuale da parte degli avventori nell’adozione di comportamenti rispettosi delle misure di prevenzione. Al fine di assicurare il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 1 metro tra le persone e gli interventi di pulizia e disinfezione dei servizi eventualmente presenti si suggerisce la presenza di un addetto alla sorveglianza. Anche il posizionamento degli ombrelloni dovrà rispettare le indicazioni sopra riportate.

Da quanto sopra potrebbe intendersi che, mentre gli stabilimenti balneari “tutti” hanno l’obbligo di predisporre gli elenchi, “preferibilmente” con un sistema di prenotazione, nelle spiagge libere, si rende necessario fare riferimento alla “responsabilizzazione individuale da parte degli avventori”, ferma restando per gli enti titolari delle concessioni demaniali, di posizionare cartelli informativi degli obblighi da rispettare, attivando, in relazione alle proprie possibilità dei controlli periodici per verificarne il rispetto.

A meno che il Comune non intenda farsi promotore di iniziative autonome finalizzate alla gestione delle prenotazioni per l’accesso alle spiagge, non sembra ricavarsi alcun. obbligo in tal senso, nè sembrerebbe praticabile, richiedendo il. presidio costante degli accessi e delle permanenze sulle spiagge.

Peraltro,  come giustamente evidenziato nella domanda posta, l’eventuale attivazione di prenotazione, configurerebbero un trattamento. dei dati personali, richiedendo, inevitabilmente le necessarie garanzie in ordine agli obblighi informativi, oltre che alla definizione dei profili dii responsabilità, della modalità e tempi di conservazione ecc.

Laddove il Comune adotti la scelta di fornire il servizio di prenotazione dell’accesso alla spiaggia libera, quindi, sarà considerato Titolare del trattamento, dovrò individuare un Responsabile interno all’ente, definire gli ambiti di responsabilità esterna se sceglierà l’uso di sistemi telematici (per la società che gestisce le prenotazioni) e dovrà, informare ogni interessato delle modalità di trattamento dei dati e dei propri diritti in ordine alla verifica sulla correttezza della gestione delle informazioni e della loro rimozione decorsi 14 giorni dall’acquisizione.

Total Page Visits: 623 - Today Page Visits: 1