03. PORTATORI DI HANDICAP: Quale informativa per il censimento dei portatori di disabilità ai fini della protezione civile?

L’Amministrazione del mio Ente intende effettuare un censimento della popolazione residente portatrice di disabilità allo scopo di avere un quadro quanto più possibile aderente alla realtà da usare in caso di bisogno a seguito di eventi calamitosi (rischi idrogeologici a seguito abbondanti piogge, allagamenti di vie e piazze cittadine, straripamento dei torrenti che attraversano il territorio comunale ecc.) quale servizio da rendere a questi soggetti particolarmente deboli. L’attività di aiuto e soccorso verso queste persone dovrebbe inserirsi nella redigenda revisione del Piano di Protezione Civile Comunale.

            Trattandosi di dati sensibili relativi alla salute del soggetto Le chiedo le modalità di acquisizione dei detti dati personali anagrafici, (cognome, nome residenza, età, recapito telefonico ecc.) e sanitari (tipo di disabilità, se allettato, se trattasi di disabilità psichica, se esistono soggetti che accudiscono il disabile ecc.). Essi dati  dovrebbero essere forniti dall’utente che li comunica a questo Ente tramite l’inoltro di una apposita comunicazione il cui modello verrebbe fornito dall’Ente. Detti dati saranno poi immessi in un elenco (data base) e usati secondo i fini sopra evidenziati in caso di bisogno.

            Le chiedo:

  1. a) Quali indicazioni dovrebbe contenere il modello di comunicazione predisposto da questo Ente?
  2. b) Oltre al Sindaco occorre nominare un responsabile del trattamento dati?
  3. c) Occorre individuare il soggetto che materialmente inserisce (legge) i dati?
  4. d) La predisposizione del registro (data Base) necessita di particolari cautele?
  5. e) La possibile presenza di soggetti minorenni necessita di particolari cautele?
  6. f) Bisogna indicare il soggetto cui rivolgersi nel caso l’utente intendesse modificare i propri dati o la cancellazione degli stessi?
  7. g) esistono particolari procedure in caso di decesso del soggetto?

Il caso che sottopone rientra tra le funzioni che l’Ente esercita nell’interesse pubblico e nel caso di specie dei diretti interessati. Le informazioni, inoltre, rientrano tutte tra quelle che possono ritenersi quali “dati sensibili” in ragione della condizione del soggetti che vengono censiti.

Il modello che l’Ente dovrà predisporre, conterrà tutte le informazioni che lei ha abilmente descritto, con l’aggiunta di dati relativi al contesto delle strutture fisiche, al fine di valutare la facile amovibilità.

Il titolare del trattamento è certamente il Comune, ma è certamente necessario che sia individuato un Responsabile del trattamento, nella persona che avrà la responsabilità del servizio e della organizzazione e gestione dei dati

I soggetti che provvederanno all’inserimento dei dati dovranno essere censiti, ma soltanto ai fini della loro annotazione nel registro del trattamento, senza alcuna necessitò di comunicarli all’interessato

Le cautele richieste sono tutte quelle che riguardano il trattamento dei dati avendo cura della gestione delle informazioni residenti su supporti cartacei, sia per la loro conservazione, sia per la loro eventuale indebita diffusione.

Come negli altri casi, nel testo della “informazione” da fornire ai cittadini, allegata al modello, dovrà essere riportata ogni indicazione relativa al trattamento dei dati, alla possibilità di accedervi, anche per eventuali aggiornamenti, nonché per la cancellazione, se necessario.

Total Page Visits: 21 - Today Page Visits: 1